ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Norvegia: il premier annuncia una commissione sugli attacchi del 22 luglio

Lettura in corso:

Norvegia: il premier annuncia una commissione sugli attacchi del 22 luglio

Dimensioni di testo Aa Aa

In Norvegia allo shock e al dolore si unisce un senso di smarrimento ora dopo ora per le giovani vittime del massacro di Utoya.

La polizia dopo i riconoscimenti dei famigliari, sta rivelando i nomi dei 68 ragazzi a cui è stata portata via la vita. La piu’ piccola, Sharydin, aveva 14 anni.

Molti altri, vittime della follia omicida di Anders Behring Breivik avevano meno di 20 anni.

Una ferita profonda per l’intero paese, che ora chiede ai vertici di reagire:

“E’ importante realizzare un’indagine approfondita – ha detto il premier Stoltenberg – per trarre insegnamenti dal peggiore attacco alla Norvegia dalla Seconda Guerra Mondiale. Abbiamo scelto di chiamarla Commissione 22 luglio.”

I poliziotti intervenuti sull’isola, malgrado abbiano impiegato un’ora a neutralizzare l’assassino, difendono il proprio operato:

“Siamo intervenuti – dice il poliziotto Jacob Bjertnaes – in un’area impegnativa. Era difficile avere una visione d’insieme della situazione, ma alla fine, entrati nel bosco ci siamo trovati improvvisamente davanti a noi l’autore del massacro con le mani in alto”.

Simbolo di una nazione in lutto, l’isola di Utoya potrebbe subire presto una trasformazione. E’ questo almeno l’obiettivo del miliardario norvegese Petter Stordalen che vorrebbe che l’isola diventasse un paradiso all’‘insegna della democrazia.