ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kosovo: attaccato valico di frontiera con Serbia

Lettura in corso:

Kosovo: attaccato valico di frontiera con Serbia

Dimensioni di testo Aa Aa

Il posto di frontiera di Jarinie messo a ferro e fuoco: ancora alta la tensione fra Kosovo e Serbia.

Giovani con il volto coperto hanno incendiato gli uffici della polizia e dei doganieri e hanno attaccato alcuni militari polacchi della KFOR. Secondo la forza internazionale di peacekeeping della NATO si tratta di attivisti serbi.

A scatenare le violenze sarebbe stato l’annuncio di Pristina del ritiro delle forze speciali e della riacquisizione del controllo al confine.

La Serbia ha smentito la notizia di incendi a Brnjack, altro posto di frontiera teatro di violenze in questi giorni.

Le tensioni si sono acuite dopo la decisione di Pristina di inviare la propria polizia per vigilare sull’imposizione dell’embargo alle merci serbe, in risposta ad un medesimo bando emesso da Belgrado nei confronti dei prodotti “made in Kosovo”.

Negli scontri un poliziotto ha perso la vita. Ai suoi funerali ieri hanno partecipato migliaia di persone.

L’Unione Europea ha condannato le violenze.

Sulla crisi oggi il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha in programma una riunione urgente a porte chiuse.