ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tensioni al confine tra Kosovo e Serbia, ucciso poliziotto

Lettura in corso:

Tensioni al confine tra Kosovo e Serbia, ucciso poliziotto

Dimensioni di testo Aa Aa

Sfocia nel sangue la crisi al confine tra Serbia e Kosovo. Un poliziotto kosovaro è stato ucciso con un colpo alla testa nel nord del Paese, in una regione a maggioranza serba.

All’origine dei contrasti l’embargo imposto dal Kosovo alle merci serbe, in risposta a una misura simile adottata da Belgrado dopo l’indipendenza del Paese.

Le forze speciali kosovare si erano ritirate ieri mattina, ma dopo poche ore la polizia di Pristina è tornata ad occupare il valico di Brnjak.

Mentre la diplomazia cerca un’intesa, la Kfor – ha riferito la portavoce della Nato Carmen Romero – è intervenuta per diminuire le tensioni al confine.

L’Alto rappresentante per la sicurezza comune dell’Unione europea Catherine Ashton ha invitato il presidente kosovaro Hashim Thaci e il presidente serbo Boris Tadic a ripristare la calma.

Le tensioni tra i due Paesi riesplodono in una fase delicatissima del dialogo tra Belgrado e Pristina, ripartito lo scorso marzo dopo tre anni di gelo. Le due parti, riporta un’agenzia di stampa serba, stanno trattando il ritiro delle forze di polizia dal confine.