ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Norvegia: premier, rivedere misure sicurezza nel Paese

Lettura in corso:

Norvegia: premier, rivedere misure sicurezza nel Paese

Dimensioni di testo Aa Aa

Un falso allarme bomba nella stazione centrale di Oslo ha fatto ripiombare la Norvegia nell’incubo attentati. Un bagaglio sospetto su un bus ha portato all’evacuazione dello scalo.

Nervi tesi nel Paese, ancora sotto shock per la più grande strage dalla Seconda Guerra Mondiale.

Si poteva impedire al reo confesso Anders Behring Breivik di agire indisturbato, si poteva evitare la morte di almeno 76 persone?

“Verrà il tempo per esaminare la lezione che abbiamo tratto dall’operazione a Utoya e nel centro di Oslo. E naturalmente valuteremo anche se la polizia fosse adeguatamente equipaggiata, come ha risposto e così via”, ha detto il premier Jens Stoltenberg, che ha annunciato una revisione delle misure di sicurezza.

Il maggiore sindacato di polizia ha parlato di 20 milioni di corone norvegesi, 2,6 milioni di euro, e 100 nuovi agenti in arrivo.

La bomba esplosa nel centro di Oslo è stata fabbricata in una fattoria affittata da Breivik a Rena, a 160 chilometri dalla capitale.

L’uomo ha confezionato l’ordigno usando dei fertilizzanti. Il deposito, scoperto dalla polizia, è stato distrutto con un’esplosione controllata.