ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Norvegia: Breivick legato a estrema destra britannica?

Lettura in corso:

Norvegia: Breivick legato a estrema destra britannica?

Dimensioni di testo Aa Aa

Il documento di Andrew Berwick, come si era soprannominato Andreas Breivick, inviato a oltre 250 contatti nel Regno Unito. E il sospetto che l’autore degli attacchi in Norvegia fosse in relazione con l’estrema destra britannica.

Ipotesi diffuse dalla stampa anglosassone e basate sulle dichiarazioni di un deputato belga dell’estrema destra del Vlaams Belang.

“C‘è gente che brandisce armi di ogni tipo ma la polizia non pensa che valga la pena condurre un’indagine” commenta Nick Lowles, giornalista della rivista anti-fascista ‘Searchlight’.

Ora la procura norvegese ipotizza l’accusa di crimini contro l’umanità per portare la pena massima a 30 anni anzichè i 21 cui potrebbe essere condannato l’omicida. L’avvocato di Breivik consiglierà al suo assistito di chiedere l’infermità mentale.

“Tutta la vicenda indica che si tratta di un folle” ha dichiarato. E, interrogato sull’assunzione di droghe cui Breivick fa riferimento nel suo folle testamento, risponde che si drogava “per essere più forte, più efficiente, per restare sveglio”.

La polizia di Oslo intanto ha rinvenuto e fatto brillare un deposito segreto di esplosivi nella fattoria in cui l’assassino aveva avviato un’attività agricola nella località di Rena, 160 chilometri a Nord di Oslo. Non è stato reso noto di che quantità di esplosivo si trattasse.