ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Kosovo: ritirate forze speciali al confine con la Serbia

Lettura in corso:

Kosovo: ritirate forze speciali al confine con la Serbia

Dimensioni di testo Aa Aa

Le forze speciali del Kosovo si sono ritirate dal confine nord con la Serbia, ma resta alta la tensione fra i due Paesi.

L’invio dei militari, voluto dal governo kosovaro per controllare l’embargo doganale alle merci da Belgrado imposto la scorsa settimana, ha scatenato incidenti con l’enclave serba locale, che non riconosce l’autorità di Pristina.

Unione Europea e Nato hanno puntato il dito contro l’azione. Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu, su richiesta della Serbia, ha accettato di tenere nella giornata di giovedì un meeting a porte chiuse sulla crisi fra i due Paesi, che da poco avevano ripreso a dialogare.

Mercoledì si sono tenuti i funerali del poliziotto kosovaro ucciso negli scontri al confine.

Il Primo ministro Hashim Thaci ha dichiarato che l’embargo sulle merci serbe è stato una risposta alla medesima iniziativa adotatta da Belgrado anni fa e che l’invio delle forze speciali mirava a “riportare la legge nel nord del Kosovo e non ad attaccare i serbi locali”.