ULTIM'ORA

Cuba e le riforme. Il vicepresidente Machado: "Piano, ma ci arriveremo"

Lettura in corso:

Cuba e le riforme. Il vicepresidente Machado: "Piano, ma ci arriveremo"

Dimensioni di testo Aa Aa

Cuba festeggia il quarantottesimo anniversario del fallito attacco alla Moncada, nel quinto anno dall’arrivo al potere di Raul Castro. Una occasione per fare il punto sulle riforme approvate nello scorso aprile, e che aprono alla proprietà privata e alla libera impresa.

Riforme attese nell’isola, ma destinate a venire implementate gradualmente, come ha detto il vicepresidente Jose Ramon Machado. “Parliamo sinceramente al popolo. Tutti i cambiamenti arriveranno, senza fretta, ma anche senza interruzioni”.

Tra le innovazioni previste anche il diritto per i cubani di acquistare la casa, un modo per togliere interi quartieri dall’abbandono e far emergere alla legalità un mercato clandestino. Ma nella pratica poco è davvero cambiato.

“Avrei i soldi per comprare, ma non ci sono ancora riuscito, perche le cose restano ancora poco trasparenti”, dice un idraulico di 67 anni. “Ancora oggi si fa come prima, si camuffano le vendite da permute”.

In base ai piani del governo cubano almeno 500.000 alloggi saranno immessi sul mercato legale privato. Dal 1962 sull’isola grava un embargo commerciale proclamato dagli Stati Uniti.