ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Festa a Montevideo. L'Uruguay abbraccia la Celeste

Lettura in corso:

Festa a Montevideo. L'Uruguay abbraccia la Celeste

Dimensioni di testo Aa Aa

Accolti in patria come eroi nazionali. Di ritorno da Buenos Aires con la quindicesima Coppa america della loro storia, i giocatori dell’Uruguay scoprono a Montevideo di aver risvegliato – con la loro impresa e lo storico sorpasso dell’Argentina in palmares – un orgoglio di popolo sopito da tempo.

“Stiamo vivendo un momento davvero straordinario – dice una tifosa in strada -. Oggi mi riscopro fiera di essere uruguayana. Guardate quante bandiere. Ho 50 anni e così tante non ne avevo mai viste”.

Culmine delle celebrazioni, l’abbraccio ricevuto dalle migliaia di fan accorsi allo stadio del Centenario per festeggiare insieme alla Celeste dei record.

“Questa coppa – dice dal palco il capitano Diego Lugano – è stata il frutto di grandissimi sforzi. Sforzi che abbiamo fatto, tenendo sempre in mente questo obiettivo. Ci abbiamo messo il cuore e ora dedichiamo a voi questo successo. Grazie di cuore per il vostro sostengo”.

3-0 il risultato in finale sul Paraguay, che ha promosso la Celeste al rango di avversario da battere alla prossima Coppa America del 2015.