ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"Catastrofe Somalia". Le Ong: a rischio della vita 2,5 milioni di bambini

Lettura in corso:

"Catastrofe Somalia". Le Ong: a rischio della vita 2,5 milioni di bambini

Dimensioni di testo Aa Aa

Fuggono dalla guerra e dalla fame, gli almeno 40.000 somali che si stanno concentrando a Mogadiscio nel tentativo di mettersi al riparo da una emergenza umanitaria che da tempo sta mietendo migliaia di vittime.

Questa famiglia ha percorso 250 chilometri a piedi.

“Abbiamo fame e sete, molti bambini sono morti nel viaggio, e abbiamo dovuti lasciarli sui bordi della strada”, dice un uomo.

Proprio i bambini sono i più vulnerabili. Secondo il Programma alimentare dell’Onu sono due milioni e mezzo quelli malnutriti e a rischio della vita. In questo scenario, l’Unicef ha cominciato un programma di vaccini per i più piccoli, ma i profughi rimangono senza aiuti.

“Vedete da soli come stiamo. Soffriamo. Io ho perso due figli in questo campo, e gli altri tre sono ammalati. Non abbiamo niente e riceviamo raramente qualcosa”.

La situazione sul terreno è definita da molti una catastrofe. La carestia che colpisce la regione, sommata al cronico conflitto armato, richiede un intervento urgente. Secondo alcune Ong solo il 40 per cento dei bambini ha la speranza di sopravvivere.

Ieri la Fao ha deciso di istituire un ponte aereo con il Corno d’Africa e ha denunciato che degli aiuti promessi per quest’anno solo la metà è stata effettivamente resa disponibile.