ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attentati Norvegia, nuovi dettagli e testimonianze

Lettura in corso:

Attentati Norvegia, nuovi dettagli e testimonianze

Dimensioni di testo Aa Aa

Nuovi dettagli e testimonianze emergono via via sul dramma che ha colpito la Norvegia. Sono state diffuse varie immagini che ritraggono Breivik, dall’alto, mentre si sposta nell’isola di Utoya alla ricerca di giovani da uccidere e alcuni grafici ricostruiscono come si sono svolti i fatti. Sui media, inoltre, numerose sono le informazioni sull’attentatore e sul come abbia organizzato la strage: Breivik, per esempio, ha detto di aver usato anche un videogioco per preparare il suo piano d’attacco.

Nuovi particolari emergono anche dalle testimonianze. “Qualcuno gli ha dato un’auto per prendere il traghetto per Utoya – afferma un ragazzo – perché voleva la valigia grande con lui. Aveva una valigia che era molto pesante. Se ricordo bene, la gente pensava che contenesse del materiale per rendere innocua una bomba”.

“Lui ci guarda. E vedo il caricamento del fucile…che persona fredda, fredda” ricorda una sopravvissuta, che ha contribuito a salvare un bambino di cinque anni. “So che abbiamo tre o quattro secondi per fare una corsa. Non ho avuto scelta, fondamentalmente. Ho trascinato il bambino con me e, correndo, ho sentito quattro proiettili volare vicino alla mia testa”.

Prima della strage, Breivik aveva pubblicato su Internet una sorta di manuale di circa mille e cinquecento pagine, esponendo nel dettaglio le sue idee e le fasi di preparazione dell’attacco.