ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Somalia in ginocchio, ponte aereo per sfamare popolazione

Lettura in corso:

Somalia in ginocchio, ponte aereo per sfamare popolazione

Dimensioni di testo Aa Aa

Un ponte aereo con la Somalia per distribuire aiuti alla popolazione prostrata dalla siccità.

Dal vertice Fao di Roma arriva una prima risposta del programma alimentare mondiale alla carestia nel Corno d’Africa, l’equivalente di circa 400 milioni di euro sarà stanziato dalla Banca mondiale che chiede però l’introduzione di nuove soluzioni agricole.

“Oggi avremo modo di parlare di agricoltura a lungo termine – dice Nick Martiew di Save the Children – Ma abbiamo anche bisogno di una risposta davvero urgente. I bambini stanno morendo in questo momento in Africa orientale e hanno bisogno di assistenza”.

A Bakool e Shabelle nel sud del Paese, la malnutrizione acuta colpisce oltre il 30 per cento della popolazione. Una vera e propria città della disperazione il campo di Dadaab che raccoglie 380mila profughi in fuga dalla carestia.

Novanta bambini muoiono ogni mese e il tasso di mortalità raggiunge picchi dell’86%. Nelle aree maggiormente colpite, appena il 20% della popolazione ha accesso all’acqua potabile e un bambino su 9 muore prima di compiere 1 anno di vita.