ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scandinavia in silenzio per ricordare vittime Norvegia

Lettura in corso:

Scandinavia in silenzio per ricordare vittime Norvegia

Scandinavia in silenzio per ricordare vittime Norvegia
Dimensioni di testo Aa Aa

La Norvegia si ferma per un minuto di fronte al massacro dell’intolleranza. Il silenzio, deciso da re Harald e dal primo ministro Jens Stoltenberg, è stato osservato anche in Danimarca, Svezia e Finlandia.
 
Sarebbero 93 i morti del doppio attentato di Oslo e dell’isola di Utoya, ma solo in giornata si avrà un bilancio ufficiale.
 
“Un pazzo – dice una giovane della capitale - lavoro qui vicino e ho avuto paura e solo dopo ho saputo della sparatoria sull’isola…”
 
“Ero a pochi isolati quando ho sentito l’esplosione – è la testimonianza di una donna - Sembrava una zona di guerra, è stato traumatico”.
 
La strage ha colpito anche la famiglia reale norvegese. Fra le vittime di Breivik sull’isola di Utoya vi è anche il cognato del principe ereditario Haakon.
 
Anders Behring Breivik ha detto di aver agito da solo. E solo avrebbe maturato il suo delirio: il padre, residente in Francia, ha raccontato di non avere più contatti con lui dal 1995.