ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Strage in Norvegia: Breivik davanti ai giudici

Lettura in corso:

Strage in Norvegia: Breivik davanti ai giudici

Dimensioni di testo Aa Aa

Novello crociato, intendeva salvare l’Europa dal multiculturalismo marxista e dall’Islam.

Anders Behring Breivik, che ha confessato il doppio attentato di venerdì in Norvegia, parla di azione atroce ma necessaria, portata a termine da solo e pianificata dal 2009.

“Mi considereranno il più grande mostro dalla seconda guerra mondiale in poi e distorceranno la verità su noi Cavalieri templari”, scrive on line.

Oggi a Oslo comparirà davanti ai giudici per l’udienza preliminare: “Si presenterà per la decisione sulla sua detenzione e darà, ha detto, la sua spiegazione pubblica”, ha dichiarato il suo avvocato, Geir Lippestad, “è un caso che non si è mai visto in tutta Europa, anche dal punto di vista della legge è particolare, unico in tutta la sua crudeltà”.

Su internet, la preparazione in dettaglio degli attentati nelle 1500 pagine del suo memoriale, pubblicato un’ora prima della strage. Tra minacce al papa, all’Italia e ad altri paesi europei, dà consigli a chi avesse voluto seguirlo.

Se condannato, Breivik rischia la pena massima in Norvegia, 21 anni di carcere.