ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Approvato il piano, la Grecia non abbassa la guardia

Lettura in corso:

Approvato il piano, la Grecia non abbassa la guardia

Dimensioni di testo Aa Aa

Il nuovo piano per aiutare la Grecia scatterà a settembre. Grazie agli aiuti da quasi 160 miliardi approvati dall’Eurozona per soccorrere Atene grazie anche all’intervento del settore privato, il Paese può ora tirare un sospiro di sollievo, ma questo non significa fine del pericolo: “Per la Grecia questo è un grande sollievo – ha detto il ministro delle Finanze greco Evangelos Venizelos -, e questo sollievo si potrà gradualmente percepire nell’economia reale. Tuttavia, l’aiuto che riceviamo non deve portarci a ridurre il nostro impegno”.

L’idea di essere salvati dal tracollo non fa dimenticare ai greci le misure di austerità del governo e i sacrifici che ancora occorre fare: “Credo che la crisi durerà a lungo – dice una lavoratrice -, avremo problemi per parecchi, parecchi anni”. Per parecchi anni i greci dovranno infatti fare i conti con le conseguenze di un debito pubblico elevato. Da quello che è stato paragonato al Piano Marshall si aspettano un aiuto a ridurlo.