ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Orrore a Oslo. Scoppia una bomba vicino all'ufficio del premier. Almeno sette morti e diversi feriti

Lettura in corso:

Orrore a Oslo. Scoppia una bomba vicino all'ufficio del premier. Almeno sette morti e diversi feriti

Dimensioni di testo Aa Aa

Una forte esplosione vicino a un edificio governativo nel centro di Oslo ha provocato almeno sette morti e numerosi feriti.
 
Secondo le autorità si è trattato di una bomba. L’esplosione si è verificata vicino all’ufficio del premier Jens Stoltenberg. La polizia sta verificando la presenza di eventuali altri ordigni nei pressi del quartiere.
 
Il primo ministro era fuori dal suo ufficio al momento della deflagrazione. Ha confermato di essere sano e salvo e definito la situazione ‘‘grave’‘. Il premier ha detto di non poter dire dove si trovi al momento su consiglio della polizia. Ha aggiunto che tutti i
ministri del suo governo sono in salvo.
 
L’esplosione ha danneggiato la maggior parte delle finestre dello stabile che ospita sia uffici governativi che la sede del maggiore quotidiano norvegese, e si trova nel centro della capitale. 
 
Fonti della polizia citate dalla televisione norvegese ipotizzano che l’o scoppio che ha devastato il centro di Oslo sia stato provocato da una autobomba. Hanno riferito che, secondo le immagini delle telecamere di sorveglianza, ‘‘una grande automobile e’ stata vista passare nel quartiere del governo pochi istanti prima dell’esplosione’‘.
 
Vediamo i danni ingenti che l’esplosione ha causato.
Testimoni hanno parlato, e lo vediamo, di una città che ricorda «una zona di guerra, con edifici distrutti, vetri ovunque, persone insanguinate, ambulanze».
 
Al momento non e’ chiaro chi possa aver compiuto l’attentato, non ancora rivendicato.
 
Ricordiamo che la Norvegia, paese della Nato, in passato aveva ricevuto minacce di attacchi terroristici per il suo coinvolgimento nella missione in Afghanistan e che i caccia dell’aeronautica partecipano ai raid aerei dell’Alleanza contro il regime libico.
 
 
La settimana scorsa un procuratore norvegese ha inoltrato una denuncia per terrorismo contro il Mullah Krekar, un religioso nato in Iraq e fondatore del gruppo curdo Ansar al-Islam, accusato di aver minacciato di uccidere politici locali in caso di espulsione.
 
 
Ulteriori aggiornamenti saranno forniti nell’ambito della giornata. Vi lasciamo ora al resto dell’attualità con euronews.