ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Intercettazioni: Cameron ammette errori ma non fa scuse

Lettura in corso:

Intercettazioni: Cameron ammette errori ma non fa scuse

Dimensioni di testo Aa Aa

Ammissione dell’errore e garantismo. La linea del Premier britannico David Cameron sullo scandalo intercettazioni divide dopo il suo intervento ieri in Parlamento. Traballa ma non cadrà; dimissioni entro una settimana: sono le due chiavi di lettura. Critica l’opposizione laburista di Miliband: aver scelto l’ex direttore di New of the World Andy Coulson come portavoce nonostante l’indagine sulle intercettazioni e le accuse nei suoi confronti è stato un catastrofico errore. E ammetterlo non basta.

Coulson è stato arrestato e poi rilasciato su cauzione l’8 luglio e interrogato per 9 ore sui presunti casi di corruzione e intercettazioni illegali effettuate dal tabloid del gruppo Murdoch durante la sua direzione.