ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Consenso internazionale per cattura Hadzic

Lettura in corso:

Consenso internazionale per cattura Hadzic

Dimensioni di testo Aa Aa

Unanime il consenso suscitato a livello internazionale dalla cattura di Goran Hadzic. L’ex capo politico dei serbi di Croazia è stato catturato ieri in Serbia, grazie al suo tentativo di vendere un quadro di Modigliani. Un arresto che avvicina di più Belgrado a Bruxelles. Hadzic è accusato dal Tribunale Penale Internazionale dell’Aja di genocidio e crimini contro l’umanità per le atrocità commesse durante il conflitto serbo-croato fra il 1991 e il 1995.

Il suo nome è legato, in particolare, al massacro di Vukovar, città in cui è stata accolta con grande soddisfazione la notizia della sua cattura. “Naturalmente siamo felici di sentire che è stato arrestato” afferma un residente. “Ma io penso che sia solo una mossa politica, ora che la Serbia ha bisogno di entrare nell’Unione Europea”. “Era ora che venisse arrestato” commenta un’altra abitante. “Dovrà affrontare la giustizia adesso, e rispondere di quello che ha fatto qui”.

Hadzic è ritenuto coinvolto nell’uccisione, nel novembre del 1991, di almeno 250 civili di etnie diverse da quella serba che si erano rifugiati nell’ospedale di Vukovar. Secondo fonti croate centinaia di persone date per disperse dopo la caduta della città non sono state ancora ritrovate.

La cattura di Hadzic chiude il doloroso capitolo dei criminali di guerra richiesti a Belgrado dal Tribunale penale internazionale dell’Aja.