ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Intercettazioni: Cameron 'pentito' di aver assunto Coulson

Lettura in corso:

Intercettazioni: Cameron 'pentito' di aver assunto Coulson

Dimensioni di testo Aa Aa

“Con il senno di poi non avrei offerto a Andy Coulson l’incarico” di portavoce di Downing Street. Si è difeso così il premier britannico David Cameron nella dichiarazione rilasciata oggi davanti alla Camera dei Comuni, nel corso del dibattito sullo scandalo delle intercettazioni che ha travolto il gruppo dei media di Rupert Murdoch.

“Voglio ribadire la mia esclusiva responsabilità alla decisione di assumere Andy Coulson – ha ammesso il premier – Ho detto molto chiaramente che se sarà accertato che Andy Coulson era a conoscenza delle intercettazioni al News of the World, non solo avrà mentito a me, ma anche alla polizia, ad un comitato selezionato, alla Press Commisison e al tribunale”.

A complicare la posizione del primo ministro anche gli ultimi sondaggi: la sua popolarità tra gli elettori

britannici tocca il minimo da quando si è insediato lo scorso maggio.

Il capo dell’opposizione, Ed Miliband ha definito catastrofico il modo di agire di Cameron.