ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Allende si suicidò, confermata la tesi ufficiale

Lettura in corso:

Allende si suicidò, confermata la tesi ufficiale

Dimensioni di testo Aa Aa

Salvador Allende si è suicidato. Non lascia dubbi l’autopsia paraticata sul corpo dell’ex presidente cileno, morto l’11 settembre del 1973 durante il golpe di Pinochet. La notizia è stata accolta con calma dalla famiglia, che non ha mai dubitato della tesi ufficiale. Secondo la figlia, la senatrice e scrittrice Isabel Allende, il caso si può ormai definire chiuso:

“L’11 settembre del ’73 il presidente Allende, viste le circostanze estreme in cui si trovava, prese la decisione di porre fine alla propria vita piuttosto che farsi umiliare o essere costretto a subire qualunque altra situazione”.

Secondo i medici legali che hanno esaminato la salma, riesumata a maggio, l’icona della sinistra marxista latino-americana degli anni ’70 si è sparato con un fucile A-Kappa 47 posto in posizione automatica. Due proiettili sono entrati alla base del mento dirigendosi verso la parte superiore del cranio. Uno dei due è stato ritrovato nel cadavere.

Oltre a quello su Allende il governo cileno ha riaperto oltre 700 dossier per crimini contro l’umanità commessi durante la dittatura di Pinochet.