ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scandalo-intercettazioni, Murdoch difende il suo impero

Lettura in corso:

Scandalo-intercettazioni, Murdoch difende il suo impero

Dimensioni di testo Aa Aa

La maxi-audizione di Rupert e James Murdoch alla Camera dei Comuni e’ stata bruscamente interrotta dall’incursione dell’attore comico John Marbles che, gridando “sei un avido miliardario”, ha tentato di rovesciare una torta in faccia al numero 1 di News Corporation. Ad impedirlo è stata la 41enne moglie cinese del magnate australiano, che si e’ avventata sull’aggressore, poi arrestato dalle forze dell’ordine.

Si è trattato di un gesto dimostrativo, ma per volti versi sintomatico.

Rupert e James Murdoch si sono presentati al cospetto della commissione cultura per difendere il loro impero dall’urugano dello scandalo intercettazioni che sta sconvolgendo la Gran Bretagna.

“News of the World – sottolinea l’ottantenne tycoon – è meno dell’1% della nostra azienda che impiega ben 53,000 persone in tutto il mondo, grandi persone di cui essere orgogliosi dal punto di vista etico, umano e professionale”

Dopo i Murdoch, i 10 deputati della commissione hanno a lungo ascoltato anche Rebekah Brooks, dimessasi dalla guida di News International la settimana scorsa.

“Naturalmente – ammette la Brooks – in passato sono stati commessi errori , ma penso e spero che sarete d’accordo sul fatto che quando abbiamo visto le prove, alla fine del mese di dicembre, abbiamo agito correttamente e velocemente”.

Ma nell’opinione pubblica inglese cresce l’indignazione per le connessioni-choc tra editoria e poteri pubblici che fa traballare la poltrona del primo Ministro britannico, aprendo scenari di grande incertezza. Cameron ha annunciato un intervento in parlamento per mercoledì.