ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Proteste in Italia per la reintroduzione dei ticket sanitari

Lettura in corso:

Proteste in Italia per la reintroduzione dei ticket sanitari

Dimensioni di testo Aa Aa

Nessuna indiscrezione è trapelata dall’incontro al Quirinale tra il primo ministro italiano Berlusconi e il capo dello Stato Napolitano.

Al centro del dialogo certamente la manovra economica appena varata dal governo, ma accompagnata dallo scontento dei ceti meno abbienti e perfino dal mal di pancia di partiti di governo.

La Lega Nord di Bossi, ad esempio, a cui non riesce facile spiegare alla propria base la reintroduzione dei ticket sanitari da una parte e la rinuncia a tagliare i costi della politica e dei privilegi dall’altra.

Proprio i ticket sollevano la rabbia di molti italiani.

“Cinquanta, sessanta euro al mese di ticket… guardate quante ricette…”

“Quanto si guadagna in Sicilia? Tutto va bene, la sanità funziona bene? Io non credo…”

I ticket sanitari – 10 euro a ricetta e 25 euro per le urgenze in codice bianco – entrano in vigore da oggi, ma sette regioni su 20 (tra le quali il Veneto gudato dalla Lega Nord) hanno deciso di disattendere la norma.