ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Crisi greca, Merkel: "Urge un segnale anche dalle banche"

Lettura in corso:

Crisi greca, Merkel: "Urge un segnale anche dalle banche"

Dimensioni di testo Aa Aa

I leader dei 27 restano divisi e il virus della crisi greca si rafforza. Giovedì il summit straordinario della zona euro sul secondo piano di salvataggio greco dovrebbe mettere un punto fermo nella strategia da adottare. Le divisioni restano sul ruolo dei privati e Berlino fa la voce grossa: soprattutto le banche devono partecipare.

“Dobbiamo dare un segnale di responsabilità, e credo sul nuovo piano di intervento greco ci siano margini di progresso, l’Italia ha già fatto un passo approvando la manovra finanziara attesa, sul caso greco anche i creditori privati devono fare la loro parte, questo è il nodo da risolvere”.

Atene intanto ha incassato il favore degli Stati Uniti. Hillary Clinton in visita nel paese ha paragonato la crisi del debito ad un “cancro” e la lotta per farvi fronte ad una “chemioterapia”, che il governo di Papandreu sta mettendo in atto, secondo il Segretario di Stato statunitense.

Restano però molti interrogativi tra i 27. Bocciata da più parti l’ipotesi di una ristrutturazione del debito greco e l’emissione di eurobond per aiutare i partner in difficoltà.