ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Londra, sotto accusa il giornalismo "tabloid". A rischio l'impero dei Murdoch

Lettura in corso:

Londra, sotto accusa il giornalismo "tabloid". A rischio l'impero dei Murdoch

Dimensioni di testo Aa Aa

L’affare sporco delle intercettazioni illegali finirà per far crollare l’impero dei tabloid di Murdoch? Se lo chiedono i britannici, che dei quotidiani popolari sono affezionati lettori.

“I tabloid esistono per rispondere alla fame di notizie sulle star, e il pubblico adora questo genere di cose. Dunque siamo come in un circolo vizioso: i giornali esistono perchè esiste la domanda del pubblico, di sapere come vanno certe cose”.

Sesso, scandali e pettegolezzi sono il menu principale dei tabloid, che secondo molti hanno contagiato il resto dei media.

“Spero che gli altri giornalisti e i giornali agiscano correttamente, e non intercettando illegalmente come a News of the World. Credo questo giornale abbia uno stile tutto suo, che spero comunque isolato”


View Rupert Murdoch's empire in a larger map

“Credo che il giornalismo sia cambiato profondamente negli anni. News of the World è quindi solo l’indicatore di quanto sia cambiato. Non credo che il giornalismo investigativo assomigli alle intercettazioni abusive. Semmai ha a che fare con storie reali, su cose che accadono nel mondo, sul perchè accadano”.

“Lo stesso Sun, ora ne vendiamo la metà del solito. Certo lo scandalo ha avuto un forte impatto, e noi lo abbiamo percepito prima, cosi da poter fare la differenza. Anche il Times è andato sotto, le vendite sono calate”.

Forse l’affare degli ascolti abusivi aprirâ un dibattito sulla funzione sociale dei media, ma quel che conta, per Murdoch, è salvare il suo impero.