ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Obama: pensioni a rischio se non si alza tetto debito USA

Lettura in corso:

Obama: pensioni a rischio se non si alza tetto debito USA

Dimensioni di testo Aa Aa

Il 3 agosto non potrò garantire il pagamento delle pensioni a milioni di americani: il messaggio di Barack Obama al suo elettorato è forte e chiaro. Se i repubblicani non collaboreranno nello sbloccare la trattativa per l’aumento del debito Usa entro la data limite del 2 agosto, il Paese andrà in default: sarà la paralisi delle finanze pubbliche.

Ma per ora i repubblicani sono sordi: “Dopo anni di discussioni e mesi di negoziazioni, mi chiedo se sarà possibile ottenere una vera soluzione finché questo presidente sarà nella Stanza Ovale”, ha dichiarato il leader dei repubblicani al Senato Mitch McConnell.

Obama propone una riduzione del deficit di 4mila miliardi di dollari in dieci anni. I repubblicani si oppongono ad un innalzamento delle tasse e vogliono solo una massiccia riduzione delle spese.

Per il presidente americano questo implicherebbe “una riduzione del 70% degli investimenti nell’energia pulita, del 25% nell’istruzione, del 30% nei trasporti” e minori benefit sociali per le fasce più deboli.