ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

News Corporation: l'impero di Rupert Murdoch

Lettura in corso:

News Corporation: l'impero di Rupert Murdoch

Dimensioni di testo Aa Aa

Travolto dallo scandalo delle intercettazioni illegali, News of the World ha chiuso i battenti domenica scorsa. Dopo 168 anni il settimanale ha dovuto dire addio ai propri lettori: sette milioni e mezzo di persone. Cinque milioni le copie dell’ultimo numero stampate, circa il doppio di quello abituale, in previsione di una richiesta straordinaria per un numero che fatalmente diventerà storico.


View Rupert Murdoch's empire in a larger map

La decisione di chiudere è stata di Rupert Murdoch, presidente e amministratore delegato di News Corp, che aveva acquistato la testata nel 1968. È a quell’epoca che i britannici scoprono l’australiano, nato nel 1931, formatosi a Oxford e determinato a costruire un impero mediatico fondato su un giornalismo ‘popolare’.

Sesso, soldi e sangue: una formula che sembra funzionare e che, tempo un anno, ridà fiato al Sun, anch’esso acquistato da Murdoch. Seguiranno il Sunday Times e The Times. L’australiano costruisce così il suo impero nel Regno Unito tra alcuni che l’accusano di manipolazione politica e altri che ammirano il suo modo di fare impresa e il suo gusto per il rischio.

Il suo gruppo, News Corporation, si sviluppa su entrambe le sponde dell’Atlantico e in tutti i tipi di media. Nel 1993 Murdoch è un tycoon mondiale, come all’epoca sottolineò un analista: “Non c‘è dubbio – disse – News Corp è all’avanguardia nella creazione di un impero mediatico globale attraverso una varietà di piattaforme. Siano essi giornali, siano cinema o televisione. Chiaramente, News Corp sta per diventare il primo sistema trans-nazionale di diffusione di notizie”.

Diciotto anni più tardi l’impero di Murdoch è presente in tutti i continenti a eccezione dell’Africa.

Negli Stati Uniti possiede il gruppo FOX, il tabloid New York Post e l’influente Wall Street Journal; in Europa è una potenza soprattutto nel Regno Unito con tre giornali, incluso l’ormai morto News of the World, e la tv all news Sky, presente anche in Italia e in Germania.

In Russia il gruppo detiene una quota del mercato pubblicitario, mentre in Asia è presente in Cina e in India. In Australia e in Nuova Zelanda è proprietario o socio di quotidiani, riviste, tv ma anche di altri asset.

Alla testa di un impero che vale quasi 43 miliardi di euro, Rupert Murdoch si è piazzato in tredicesima posizione nella lista, stilata da Forbes, delle persone più potenti del mondo. Denaro, fortuna e potere. Ma oggi il suo nome è soprattutto il titolo di uno scandalo.