ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hollande-Aubry, corsa a due nel Ps verso l'Eliseo

Lettura in corso:

Hollande-Aubry, corsa a due nel Ps verso l'Eliseo

Dimensioni di testo Aa Aa

Il duello può cominciare. Il partito socialista francese, orfano di Domique Strauss Kahn, si prepare alle primarie.

Tutto lascia pensare che ci sarà una sfida all’ultimo voto tra l’ex segretario, François Hollande e l’attuale leader Martine Aubry. I bookmakers danno favorito il primo.

Poche speranze per Ségolène Royal, uscita sconfitta

nelle ultime elezioni presidenziali.

Le primarie socialiste si terranno in due turni il 9 e il

16 ottobre prossimi.

Il grande assente sarà il favorito fino a due mesi fa,

l’ex direttore del Fondo monetario internazionale Dominique Strauss-Kahn travolto da una denuncia di abuso sessuale a New York.

Anche se i francesi non griderebbero allo scandalo

se si candidasse, come spiega l’analista Jean Daniel-Levy: “Una persona che è stata criticata per quello che ha fatto non è necessariamente squalificata in Francia. Possiamo avere qualcuno che ha avuto comportamenti sessuali illeciti, possiamo avere qualcun’altro che è stato condannato dalla giustizia per questioni finanziarie o di frode, senza doverlo necessariamente allontanare dalla scena politica. Alain Juppé, il ministro degli Esteri, è stato condannato dalla giustizia francese”.

La sinistra avvia la sua corsa verso l’Eliseo dove non insedia un candidato dal 1995. L’ultimo e unico della quinta Repubblica è stato François Mitterand.