ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

I pescatori denunciano la fine della pesca artigianale

Lettura in corso:

I pescatori denunciano la fine della pesca artigianale

Dimensioni di testo Aa Aa

C‘è aria di rassegnazione a Boulogne-sur-mer. In questo porto nel nord della Francia i pescatori sono scettici sulla riforma che la Commissione europea presenterà mercoledi’. Dal 2013 sarà vietato rigettare in mare il pescato non commerciabile.

Jean Michel Fournier ha un peschereccio a gestione tutta familiare. Se butta via il pesce, dice, è per obbedire alle regole: “ Non abbiamo posto a bordo per conservare gli scarti. E poi gli scarti, che cosa sono gli scarti? Rigettiamo in acqua del pesce perchè sfortunatamente non abbiamo abbastanza quote. Quindi siamo obbligati a gettare pesce che non raggiunge le dimensioni autorizzate”

In questo magazzino i grossisti vengano a fare aquisti. Oggi troviamo soprattutto spigole, una specie che sarà sempre piu’ difficile pescare, si aspettano regole piu’ severe.

Pierre-Georges Dachicourt è il presidente del Comitato nazionale francese della pesca: “Questa è la taglia minima autorizzata per una spigola. Vogliono aumentare ancora le dimensioni autorizzate, di conseguenza ci saranno piu’ scarti in mare. Non ci sono ragioni scientifiche, perchè questo pesce si è già riprodotto.”

Per ridurre la capacità di pesca, la Commissione vuole ridurre anche la flotta europea che conta oltre 80.000 battelli. Si introdurrà una logica di mercato. I pescatori con barche di oltre 12 metri potranno vendere le loro quote.

“Tutti questi soldi, tutto questo pesce finirà nelle mani dei grandi capitali. Ci sarà un gruppetto di un centinaio di persone che gestirà il tutto e sarà la fine della pesca artigianale. Sarà la fine della gente che contribuisce ogni giorno allo sviluppo della costa e della loro regione”

Secondo le stime della Commissione, tre quarti delle riserve ittiche sono attualmente eccessivamente sfruttate. I pescatori considerano questa riforma come una tempesta su un settore che sta lentamente colando a picco.