ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Gordon Brown accusa Murdoch


Regno Unito

Gordon Brown accusa Murdoch

Gordon Brown contro Rupert Murdoch. L’ex premier britannico accusa il gruppo News International di aver usato contro di lui metodi definiti ‘ripugnanti’ e conoscenze criminose per ottenere informazioni personali spiandolo per dieci anni, mentre era alla guida del governo ma anche quando era Cancelliere dello Scacchiere.

I giornali sarebbero riusciti ad accedere ai dati

fiscali e bancari ​​di Brown così come alla sua fedina penale e alle condizioni di salute dei figli. E tutto questo, paradossalmente, mentre Rupert Murdoch sembrava appoggiare il governo labourista.

“Sembra che il Sunday Times – racconta Gordon Brown – abbia avuto accesso ai conti dei miei affari immobiliari, abbia avuto accesso ai miei documenti legali. Ci sono punti interrogativi in merito a cosa

sia accaduto con altri documenti come le tasse e tutto il resto. Ma sono scioccato nello scoprire che tutto ciò è avvenuto perché avevano legami con la malavita”.

A sconvolgere i Brown furono soprattutto le rivelazioni che riguardavano il figlio Fraser, affetto da fibrosi cistica. Rebekah Brooks, all’epoca direttrice del Sun, li chiamò per informarli che conosceva i problemi di salute del bambino. Pochi giorni dopo il giornale pubblicò la notizia.

“Questo avvenne – ricorda David Muir – ex collaboratore di Brown – subito dopo che era stata pubblicata la notizia di Jennifer, la loro prima figlia che morì dieci giorni dopo la nascita. Non sapevano come Rebekah fosse venuta in possesso di questa informazione e ora si scopre che le informazioni sono state ottenute in modo illegale”.

Brown, che ha sempre taciuto sui presunti abusi di potere dei media durante il suo mandato, ora chiede che si faccia piena luce sulla vicenda.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Giappone, radioattività nella carne