ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Eurozona: prime misure contro propagazione crisi del debito

Lettura in corso:

Eurozona: prime misure contro propagazione crisi del debito

Dimensioni di testo Aa Aa

Affrontare la crisi del debito greco ed evitare che contagi altri Paesi. E’ l’imperativo dei ministri delle finanze dell’Eurozona, che si sono riuniti ieri sera a Bruxelles. Se la stessa sorte di Atene toccasse all’Italia o alla Spagna ciò segnerebbe la fine dell’euro.

A chi gli ha chiesto se la crisi del debito stia andando fuori controllo per l’Eurozona, il commissario europeo agli affari economici Olli Rehn ha detto: “No, stiamo rafforzando la nostra comune risposta alla crisi con le misure che abbiamo proposto, inclusa la prossima decisione sull’aumento della flessibilità e della portata del Fondo di Stabilità Europeo.”

Secondo alcuni economisti, aumentare le capacità di prestito del Fondo potrebbe non bastare all’Eurozona per far fronte a crisi in Italia o Spagna. Il ministro delle Finanze spagnolo, Elena Salgado, esprime comunque soddisfazione: “Credo che stiamo dando un buon segnale oggi sotto tutti gli aspetti, sia per la flessibilità del meccanismo sia per il riconoscimento di ciò che la Grecia ha già fatto”.

Nonostante il recente nervosismo sui mercati riguardo all’Italia, qui i ministri rimangono determinati a calmare le voci secondo cui la terza economia dell’eurozona è minacciata. Ciò che preoccupa è la natura sempre più imprevedibile di questa crisi del debito e sapere quando e come finirà.