ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Attentati e ritiro francese. L'Afghanistan verso incerti scenari

Lettura in corso:

Attentati e ritiro francese. L'Afghanistan verso incerti scenari

Dimensioni di testo Aa Aa

Il misterioso assassinio del fratellastro del presidente Karzai lascia un pericoloso vuoto di potere in Afghanistan, proprio nel giorno in cui Sarkozy fornisce i numeri dell’anticipato ritiro delle truppe francesi. Considerato uno degli uomini più potenti e controversi del paese, Ahmed Wali Karzai lascia con la sua morte una serie di interrogativi. I taliban rivendicano l’operazione, ma l’antiterrorismo sospetta una sua guardia del corpo.

Raggiunto dalla notizia durante una visita lampo di Sarkozy, il presidente Karzai ha rivolto un pensiero agli afgani tutti, augurandosi che dolore e sofferenza lascino presto spazio a pace e stabilità.

Sorpreso dagli eventi a unirsi alle condoglianze, il numero uno dell’Eliseo aveva poco prima sfruttato l’incontro con le truppe francesi impegnate sul terreno, per annunciare il rimpatrio di un quarto dei circa 4000 uomini entro la fine del prossimo anno e il rientro di quelli restanti per il 2014.

Seguita all’analoga mossa annunciata da Washington, l’accelerazione del ritiro dall’Afghanistan incontra il favore della maggioranza dei francesi. E come negli Stati Uniti, si concentrerà nel cruciale anno delle elezioni presidenziali.