ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Tragedia nel Volga, almeno 130 le vittime


Federazione russa

Tragedia nel Volga, almeno 130 le vittime

Sono almeno 130 le vittime del Bulgaria, l’imbarcazione sovraccarica di turisti naufragata nel Volga. 60 finora i corpi recuperati. Il numero dei sopravvissuti si è fermato a 80 e secondo le autorità russe le speranze di aumentarlo sono quasi inesistenti. Secondo i sommozzatori sono decine i corpi di bambini imprigionati nella sala giochi del relitto.

La nave da crociera costruita nel 1955 trasportava più del doppio delle persone consentite, e il naufragio è dovuto ad una serie di negligenze nella manutenzione del mezzo.

“Ho un figlio di 21 anni lui ha perso sua moglie e io ho perso mia moglie” – racconta un uomo- “Si erano appena sposati il 25 giugno- racconta una donna- Il marito è sopravvissuto, gli ho appena parlato al telefono. Ha cercato di salvare la moglie afferrandole la mano ma lei non ce l’ha fatta”.

“C’era una tempesta perché hanno lasciato il porto?” – si chiede un’altra donna in attesa di notizie.

Si tratta della più grave tragedia nautica della Russia post comunista. Dal Cremlino è arrivato l’ordine di ritirare l’autorizzazione a navigare alle tre imbarcazioni dello stesso tipo ancora in servizio.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Campionato turco travolto dallo scandalo corruzione