ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia: nave affondata, il racconto dei sopravvissuti

Lettura in corso:

Russia: nave affondata, il racconto dei sopravvissuti

Dimensioni di testo Aa Aa

Sulla banchina del porto di Kazan, la capitale del Tatarstan, le famiglie coinvolte nella tragedia del ‘Bulgaria’, la nave affondata nel Volga con oltre duecento persone a bordo, stentano ancora a prendere coscienza dell’accaduto.

Guardano e riguardano la lista dei passeggeri, gli aggiornamenti sui sopravvissuti, sui dispersi, sui corpi senza vita recuperati.

Fra di loro un giovane racconta: “Mio fratello è arrivato qui con la nave Arabella. Si è salvato con nostro cugino, ma non potuto soccorrere sua cognata. Non capisce cosa sia successo, è ancora sotto shock, non è in grado di dire cose che abbiano senso”.

Un’altra donna dice: “Mio figlio era a bordo, si è appena sposato, il 25 giugno. Fortunatamente è sopravvissuto, gli ho parlato al telefono. Mi ha detto: ‘Mamma, ho cercato di salvare una donna, di afferrarla per un braccio, ma non ci sono riuscito”.

Al momento i cadaveri recuperati dai sommozzatori sono 41.