ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Italia spaventa la zona euro. Berlino chiede rigore per evitare nuove crisi

Lettura in corso:

L'Italia spaventa la zona euro. Berlino chiede rigore per evitare nuove crisi

Dimensioni di testo Aa Aa

Sotto una bufera finanziaria, l’Italia a Bruxelles ruba la scena alla Grecia nella riunione dei ministri delle finanze della zona euro. E mentre la borsa italiana affonda, i ministri hanno istituito il meccanismo europeo di stabilità, un fondo permanente salva-stati.

Da Berlino intanto arriva un monito del cancelliere tedesco che invita il governo italiano ad archiviare le polemiche interne ed avviare riforme austere.

“Un segnale molto importante che deve essere mandato dall’Italia è l’approvazione della legge finanziaria – ha dichiarato Angela Merkel- Una manovra che deve soddisfare la necessità di finanze sane e consolidate. Ho piena fiducia nel governo italiano perché approvi esattamente questo tipo di budget”

Appesantita da un debito pubblico pari al 120% del suo prodotto interno lordo, e da una crescita inesistente, l’Italia spaventa i suoi partner europei, perchè una crisi della terza economia della zona euro potrebbe innescare un effetto domino…

Daniel Gros, Direttore del Centre for the European Policy Studies: “Nel caso l’Italia facesse bancarotta, la zona euro dovrebbe confrontarsi con un dilemma: o sviluppa nuove forme di aiuto o si disintegra. Naturalmente il collasso della zona euro sarebbe una catastrofe per tutta l’Europa, per la Germania come per l’Italia, ma sarebbe anche uno shock negativo per l’economia globale”

A Bruxelles si vuole gettare acqua sul fuoco, commenta Olaf Bruns, corrispondente di Euronews:

“Lo scenario di una catastrofe è sul tavolo a Bruxelles ma per il momento alla riunione dei ministri delle finanze della zona euro, si preferisce parlare di speculazioni. E le voci di un nuovo piano di salvataggio vengono smentite, almeno per il momento…