ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Debito Usa, Geithner: "Il fallimento non è un'opzione"

Lettura in corso:

Debito Usa, Geithner: "Il fallimento non è un'opzione"

Dimensioni di testo Aa Aa

Riprendono i colloqui tra Casa Bianca e Congresso per trovare un accordo sull’innalzamento del tetto del debito: l’obiettivo, evitare quello che sarebbe il primo default nella storia americana.

Il 2 agosto è la scadenza ultima delle obbligazioni del debito statunitense: a partire da quel giorno, il Paese sarà impossibilitato a fronteggiare le spese federali, compresi i rimborsi dei titoli di stato ai creditori.

Così il segretario del Tesoro Usa, Timothy Geithner:

“Gli Stati Uniti non falliranno, siamo un Paese che paga i conti. Rispetteremo gli impegni e i vertici nel Congresso, democratici e repubblicani, lo sanno”.

La situazione, già in stallo, si è complicata dopo l’annuncio dei repubblicani di voler rinunciare alle trattative per tagli da 4mila miliardi di dollari, puntando ad un consenso di dimensioni inferiori.

Secondo diversi analisti, la mancanza di accordo spingerebbe il Paese in una recessione che potrebbe avere conseguenze catastrofiche anche su scala globale.