ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sud Sudan: nasce una nuova nazione, festa a Juba

Lettura in corso:

Sud Sudan: nasce una nuova nazione, festa a Juba

Dimensioni di testo Aa Aa

Folle festanti hanno celebrato in nottata a Juba l’indipendenza del Sud Sudan. Si divide il più grande Stato africano. Questo il risultato del referendum del 9 gennaio che ha sancito la divisione tra Nord e Sud, anche se resta ancora in ballo la ricca regione petrolifera di Abyei.

Anche in quell’area si è salutata la nascita della nuova nazione, la 54esima del continente africano.

Tra i problemi da affrontare, quello della ripartizione

delle risorse petrolifere tra i due Paesi: i giacimenti sono quasi tutti nel Sud, ma gli oleodotti gestiti dal Nord.

La strada verso l’indipendeza si conclude dopo quasi quarant’anni di guerre sanguinose e più di due milioni di morti. Si preannuncia come una

cerimonia ad alta tensione quella in programma a Juba per la proclamazione dell’indipendenza. Khartoum ha riconosciuto formalmente il nuovo stato e il presidente Omar Al Bashir ha annunciato che prenderà parte alla cerimonia. Ma proprio la presenza di Bashir, su cui pende un mandato di arresto internazionale emesso dal tribunale de L’Aja, rischia di creare imbarazzo.

Il Consiglio di Sicurezza dell’Onu, che mercoledì riconoscerà il Sud Sudan come 193esimo membro, ha approvato l’invio di 7mila caschi blu per garantire il consolidamento della pace con il Nord.