ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Portogallo retrocesso: piovono critiche sulle agenzie di rating

Lettura in corso:

Portogallo retrocesso: piovono critiche sulle agenzie di rating

Dimensioni di testo Aa Aa

Si fa sempre più difficile il rapporto tra le società statunitensi di rating e i governi europei. Dopo il declassamento del Portogallo, si alzano numerose le voci in difesa dell’euro.

Il presidente portoghese Cavaco Silva ha detto che si tratta di un problema europeo, e ha aggiunto che il comportamento delle società di rating minaccia la stabilità dell’economia europea.

Sul ruolo delle agenzie batte anche Maria Joao Rodrigues, consigliere per le politiche europee.

“Secondo me è arrivato il momento per l’Europa di avere una sua propria agenzia di rating, che possa valutare i paesi e le imprese coi criteri propri del sistema europeo”.

“Perchè la zona euro sia solida nel futuro si devono garantire agli stati membri tassi di interesse bassi, per investire e crescere. E’ una condizione fondamentale per la sopravvivenza della zona euro. Davanti ai mercati finanziari che hanno un grande potere di pressione, il solo modo di garantire tassi accettabili per tutti i paesi, è l’introduzione degli Eurobonds”.

La decisione che retrocede il Portogallo rischia di aggravare i problemi della zona euro, soprattutto perchè interviene all’indomani del varo da parte del governo di Lisbona, di una manovra molto ambiziosa, che punta a ridurre il debito in due anni dal 9,1 al 3 per cento del Pil.