ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marcia annuale in ricordo delle vittime di Srebrenica

Lettura in corso:

Marcia annuale in ricordo delle vittime di Srebrenica

Dimensioni di testo Aa Aa

In più di 6mila si sono recati quest’anno nei luoghi del massacro di Srebrenica, per ricordarne le vittime con una lunga marcia. Il tradizionale appuntamento si concluderà con la sepoltura di oltre 600 vittime, i cui corpi, gettati in fosse comuni, sono stati identificati solo recentemente.

Quest’anno l’anniversario è segnato dalla cattura di Ratko Mladic, capo delle forze serbe di Bosnia responsabili del genocidio nel ’95. Pochi giorni fa, inoltre, la Corte d’appello dell’Aja ha attribuito alcune responsabilità allo Stato olandese, le cui truppe hanno lasciato incustodita l’area che proteggevano dietro mandato Onu.

“Noi, i sopravvissuti di Srebrenica, dobbiamo essere grati a queste persone, ai nostri amici e a tutti gli altri che sono venuti qui da tutto il mondo a portare un omaggio alle vittime”.

Una ragazza di origini bosniache arrivata qui dal Regno Unito aggiunge: “È un periodo tragico che ha segnato la Bosnia e spero che le persone non lo dimentichino”.

La recente sentenza dell’Aja ha riguardato 3 vittime, i cui familiari si erano rivolti alla Corte, ma potrebbe avere un impatto sulla denuncia comune di 7600 persone, presentata nel 2007 alla giustizia olandese.