ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele diffonde lista nera, filopalestinesi bloccati in aeroporti

Lettura in corso:

Israele diffonde lista nera, filopalestinesi bloccati in aeroporti

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo il blocco della flottiglia diretta a Gaza, centinaia di attivisti filo-palestinesi hanno provato ad arrivare dal cielo. Ma Israele ha fermato il loro happening all’aeroporto Ben Gurion di Tel Aviv.

Allo scalo parigino Roissy-Charle de Gaulle alcuni terminal sono stati occupati da decine di militanti respinti al check in. Una ragazza racconta: “Senza alcuna ragione valida ci è stato rifiutato l’imbarco, perché sembra che le autorità israeliane abbiano messo in circolazione una lista per le compagnie aeree. È qualcosa di totalmente arbitrario, alle persone nell’elenco viene impedito di partire”.

Il ministero dell’Interno israeliano ha diffuso una lista nera con più di trecento nomi di persone “non desiderate”, avvertendo che sarebbero state rimpatriate a spese delle compagnie aeree.

Anche all’aereoporto di Bruxelles ci sono stati assembramenti di manifestanti bloccati a terra. Una di loro racconta: “Gli stessi israeliani stanno manifestando a Tel Aviv per dire: ‘Lasciateli entrare, perché non farli venire?’ Abbiamo quindi raggiunto il nostro obiettivo: dimostrare che il blocco è imposto all’intera Palestina e non solo a Gaza”.

All’aeroporto Ben Gurion, dove erano state pesantemente rafforzate le misure di sicurezza, era atteso l’arrivo di centinaia di attivisti da tutta Europa, che avrebbero dovuto poi dirigersi verso la Cisgiordania per manifestazioni pacifiche.