ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Israele chiude le porte agli attivisti filopalestinesi

Lettura in corso:

Israele chiude le porte agli attivisti filopalestinesi

Dimensioni di testo Aa Aa

Sull’onda della Freedom Flotilla, le autorità israeliane tentano di impedire agli attivisti filopalestinesi di entrare nel paese. Misure di sicurezza aumentate, all’aeroporto Ben Gurion, per prevenire incidenti.

Secondo le stime dei servizi, almeno 600 persone provenienti da diversi paesi dovrebbero arrivare per protestare contro l’occupazione di Gaza e della Cisgordania.

“Coloro che arrivano pacificamente senza provocare incidenti, disturbi pubblici o azioni violente, saranno fatti entrare. Al contrario, chi è stato arrestato in passato, o non garantisce in termini di sicurezza, non verrà ammesso”, spiega un portavoce della polizia.

Una richiesta pressante al governo greco arriva dagli esponenti di Hamas, che da Gaza rinnovano la speranza di poter ricevere la visita e gli aiuti degli attivisti:

“Facciamo appello alla Grecia, affinchè faccia partire la Flottiglia, che ha uno scopo umanitario e nobile, quello di rompere l’assedio illegale”.

Finora solo una nave francese è riuscita a eludere i divieti delle autorità di Atene e mettersi in rotta verso Gaza. Le altre imbarcazioni restano nei porti greci.