ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Una spesa piu' razionale con etichette piu' chiare

Lettura in corso:

Una spesa piu' razionale con etichette piu' chiare

Dimensioni di testo Aa Aa

Poter scegliere meglio quando si fa la spesa è l’obiettivo di una direttiva approvata dal Parlamento europeo. E’ il frutto di 3 anni di faticosi negoziati con l’industria e gli stati membri.

Le etichette dovranno indicare il paese di origine della carne fresca, del latte e dei prodotti caseari freschi. Nella lista degli ingredienti dovranno essere chiaramente indicati gli allergeni. Un imperativo valido non solo per gli alimenti confezionati ma anche per i piatti serviti nelle mense. Dovranno essere visibili i principi nutrizionali, indicati per 100 grammi per permettere al consumatore di paragonare la composizione.

Un passo avanti nella lotta all’obesità, secondo le organizzazioni per la protezione dei consumatori come il BEUC.

“Ci sono dei miglioramenti, dice Ophélie Spanneut. Per la prima volta sarà obbligatoria l’indicazione dei valori nutrizionali. Questo vuol dire che sapremo esattamente la quantità di zuccheri, grassi saturi, sale, proteine. Sapremo esattamente le calorie di un prodotto”

Sono regole ferree che pero’ non saranno applicate alle bevande alcooliche. Un’eccezione che lascia perplesse le organizzazioni che si battono contro l’utilizzo dell’alcool nei prodotti alimentari.

Marianne Skar di Eurocare, European Alcohol Policy Alliance: “Perchè è lasciata fuori l’industria dell’alcool? Non capisco? Se il vino è un prodotto cosi’ naturale perchè tanti segreti?”

John Dalli, Commissario europeo per la protezione dei consumatori cerca di rassicurare: “Per quanto riguarda l’alcool penso che porteremo avanti i nostri studi per vedere se possiamo trovare un compromesso ed aver alcune informazioni nutrizionali sulle bevande alcooliche”

La nuova legislazione dovrebbe entrare in vigore tra il 2014 e il 2015, il consumatore dovrà impare a sceglier con etichette, speriamo più chiare.