ULTIM'ORA

Lettura in corso:

Olimpiadi 2018: la festa dei coreani, da Durban a Pyeongchang


Sud Africa

Olimpiadi 2018: la festa dei coreani, da Durban a Pyeongchang

Sarà Pyeongchang ad ospitare i Giochi Olimpici Invernali del 2018, a scapito di Monaco di Baviera e della francese Annecy.

Tutta la Corea è in festa, anzi l’Asia intera che vedrà tornare le Olimpiadi Invernali sul suo territorio dopo 20 anni.

“Ce l’abbiamo fatta!

Molti coreani e molti componenti del ‘team Pyeongchang’ hanno lavorato davvero duramente per tanto tempo e aspettavano con ansia questo momento… E ce l’abbiamo fatta!”

Quando il Presidente del Comitato Olimpico Internazionale, Jacques Rogge, gira il cartello con scritto Pyeongchang, nello stadio della città sudcoreana scoppia un boato.

La popolazione festeggia la vittoria finalmente ottenuta, al terzo tentativo consecutivo iniziato con la candidatura per le Olimpiadi del 2010.

Questa volta Pyeongchang ce l’ha fatta, perchè ha presentato un progetto migliore rispetto ai precedenti, supportato fortemente da governo e popolazione locale.

Ce l’ha fatta perchè la candidatura presentava piu’ punti di forza rispetto alle avversarie. Come la vicinanza tra i due poli, dove si terranno le competizioni. O il piano di ‘Olimpiadi eco’ a cui puntano i sudcoreani.

Questi Giochi 2018 possono davvero essere il punto di partenza, per uno stretto legame tra il continente Asiatico e gli sport invernali.

Ogni storia può essere raccontata in molti modi: osserva le diverse prospettive dei giornalisti di Euronews nelle altre lingue.

Prossimo Articolo

mondo

Caso Strauss- Khan, botta e risposta tra Procura e accusa