ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Storica visita del presidente serbo Tadic a Sarajevo

Lettura in corso:

Storica visita del presidente serbo Tadic a Sarajevo

Dimensioni di testo Aa Aa

Prima visita ufficiale per Boris Tadic a Sarajevo. Il presidente serbo si è recato nella capitale della Bosnia-Erzegovina dove ha incontrato i membri della presidenza tripartita del Paese, primo fra tutti il serbo Radmanovic presidente di turno.

A quasi vent’anni dall’inizio della drammatica guerra di Bosnia e a un mese e mezzo circa dall’arresto di Ratko Mladic, Tadic ha parlato della caccia all’ultimo criminale di guerra: “La Serbia

adempierà i propri obblighi con il tribunale dell’Aja arrestando il latitante che ancora manca, Goran Hadzic, nello stesso modo in cui nel passato ha portato altri 45 o 46 imputati davanti al tribunale dell’Aja, arrestandoli o grazie alla loro resa”.

Obiettivo dei colloqui: ribadire la volontà di un riavvicinamento da parte di entrambi i Paesi dell’ex Jugoslavia e chiarire la questione delle dispute frontaliere. Si tratta di passi che l’Europa considera necessari nell’ambito dei negoziati di adesione dei due Stati all’Unione.

Il presidente serbo, più volte criticato per la sua vicinanza alla Republika Srpska, entità a maggioranza serba di Bosnia, ha garantito che Belgrado rispetterà l’integrità territoriale dello Stato confinante.