ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Marocco, la protesta non si ferma

Lettura in corso:

Marocco, la protesta non si ferma

Dimensioni di testo Aa Aa

In centinaia in piazza a Casablanca, come nelle principali città marocchine. Pro e contro il re Mohammed VI e la riforma costituzionale approvata con il referendum del primo luglio.

Il movimento d’opposizione che ha guidato finora la protesta, ha gridato contro la conferma del potere assoluto del Re e contro la corruzione dilagante.

Proteste che non fanno vacillare la leadership di Mohammed VI, che ha incassato con il 98% delle preferenze, l’approvazione della riforma che rafforza il ruolo del primo ministro senza intaccare in modo significativo le proprie prerogative.

Se secondo gli oppositori di fatto non è cambiato nulla nel paese, i sostenitori del referendum plaudono a quella che definiscono un’ apertura graduale alla monarchia parlamentare.