ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Bielorussia: prime condanne per i 400 fermati delle manifestazioni

Lettura in corso:

Bielorussia: prime condanne per i 400 fermati delle manifestazioni

Dimensioni di testo Aa Aa

Sono circa un centinaio i manifestanti condannati in Bielorussia il giorno dopo le manifestazioni anti-Lukashenko di domenica.

Le pene variano da nove a quindici giorni di carcere.

Presto verranno giudicati anche gli altri trecento fermati. Avevano aderito all’appello, diramato via Internet, a protestare contro il regime con ironici applausi. Una giovane bielorussa:

“Cominciano a sentirsi minacciati dalla gente. E’ stata un’azione civile, non un’azione dell’opposizione. Sulla piazza della stazione è stato terrificante. Io non c’ero, ma solo a guardare le foto mi viene la pelle d’oca”. Come possono trattare in questo modo il loro popolo?”

Una protesta pacifica cui gli agenti hanno risposto con il pugno duro. L’opposizione aveva convocato le manifestazioni in tutto il paese in occasione della festa d’indipendenza della Bielorussia.

Lukashenko, al potere dal ’94, ha dichiarato che reprimerà ogni tentativo di protesta mirata a rimuoverlo dal potere.

Ad esasperare il clima nel paese, anche la grave crisi economica.