ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

No Tav, manifestazione e scontri davanti al cantiere in val di Susa. Più di 50 feriti

Lettura in corso:

No Tav, manifestazione e scontri davanti al cantiere in val di Susa. Più di 50 feriti

Dimensioni di testo Aa Aa

Si è trasformata in un violento braccio di ferro tra No-Tav e forze di polizia, la manifestazione indetta per oggi in Val di Susa, vicino al confine Italia-Francia.

Dopo un inizio pacifico, la mobilitazione, una volta giunta attorno al cantiere ha provocato l’intervento della polizia con elicotteri e lacrimogeni. Si contano più di 50 feriti, in maggioranza tra gli agenti.

“Sono venuto da Milano per dire no alla Tav, no allo spreco di denaro pubblico, no ai soldi regalati alle mafie, no alle opere inutili, no alla distruzione di una valle così bella…”, spiega uno studente.

Sull’intera zona la situazione rimane molto tesa. A margine dell’area di cantiere della Lione-Torino centinaia di manifestanti hanno provato a sfondare le recinzioni, venendo respinti dalla polizia. Almeno cinque persone sono state arrestate.