ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Monaco, Alberto e Charlene pronunciano il sì tanto atteso

Lettura in corso:

Monaco, Alberto e Charlene pronunciano il sì tanto atteso

Dimensioni di testo Aa Aa

Hanno pronunciato il primo sì il principe Alberto di Monaco e Charlene Wittstock, 55 anni dopo il matrimonio di Ranieri con Grace Kelly.

L’ex nuotatrice a 33 anni è diventata Altezza Serenissima con il rito civile che si è svolto nella sala del trono del palazzo del principe. Indossando un abito Karl Lagerfeld per Chanel, è stata la prima a dire sì, come previsto dalle regole,nella cerimonia tenutasi davanti a pochi intimi e durata circa mezz’ora.

Poi è stata la volta del principe che a 53 anni convola a nozze. Il rito è stato officiato da Philippe Narmino, direttore dei servizi giudiziari e Presidente del Consiglio di Stato. Ha iniziato il rito in tre lingue, francese, monegasco e inglese e ha poi proseguito in francese.

Due i testimoni, sia per l’unione civile di oggi che per quella religiosa di domani. Un’amica di Charlene Wittstock, Donatella Knecht de Massy, e un cugino del principe, Christopher Le Vine.

Alla sinistra di Alberto II sedevano le sorelle e i nipoti di casa Grimaldi, alla destra della sposa i suoi genitori e familiari arrivati dal Sudafrica. Nella sala del trono si sposarono anche il principe Ranieri e Grace Kelly nel 1956.

Fuori la folla ha appludito gli sposi e sventolato le bandiere del Principato e del Paese della principessa. La coppia ha salutato i monegaschi dal balcone del salone degli specchi. Charlene Wittstock è apparsa più rilassata, appoggiando il capo sulla spalla del neo marito.

Un sì pronunciato undici anni dopo il primo incontro tra il principe e la nuotatrice al meeting internazionale di Monaco. La coppia è quindi scesa in strada e ha ricevuto dal sindaco il regalo della popolazione, una scultura e un dipinto.

Poi hanno offerto un cocktail a circa ottomila persone sulla piazza del palazzo. Alberto II ha pronunciato il suo discorso in parte in dialetto monegasco e ha sottolineato di essere contento di dare continuità alla storia del principato.

I festeggiamenti di oggi si chiudono in serata con il concerto di Jean-Michel Jarre organizzato dal principe e dalla principessa al Porto Hercule. Domani il rito religioso nella Corte d’onore del palazzo, invitati capi di Stato, teste coronate, ed esponenti del mondo sportivo e dello spettacolo.