ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

GB: primo sciopero contro l'esecutivo Lib-Tory

Lettura in corso:

GB: primo sciopero contro l'esecutivo Lib-Tory

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Regno Unito si prepara a un autunno caldo sul fronte sociale: l’anticipo è oggi e domani, con quattro tra i principali sindacati del settore pubblico protagonisti dello sciopero a negoziati in corso – una primizia, nel Regno Unito -. Ed è la prima volta, in ben 127 anni, che in sciopero entra anche il potente sindacato dei dirigenti scolastici. I tagli preoccupano, ma soprattutto chi sciopera lamenta l’ingiustizia:

“C‘è una certa rabbia per il fatto che chi ci ha messi in questa situazione non paga, e le persone che lavorano per la società invece soffrono.”

L’85% delle scuole subisce gli effetti dello sciopero. Pesanti ritardi nei trasporti, alcuni uffici pubblici sono chiusi, e tutto questo mentre il governo sta ancora discutendo con i sindacati il piano d’austerità. Anche l’opposizione condanna lo sciopero preventivo:

“Questi scioperi sono sbagliati, con i negoziati in corso. Però i genitori e i cittadini sono stati abbandonati da entrambe le parti, perché il governo ha agito in modo sconsiderato e provocatorio. E dopo i disagi di oggi, chiedo ad entrambe le parti di abbandonare la retorica e rimettersi al tavolo dei negoziati ed evitare che si ripeta”.

I dipendenti pubblici britannici sono già colpiti dal blocco degli aumenti salariali e dalla soppressione di 300.000 posti di lavoro. Il Governo spera di riportare sotto controllo entro il 2015 un deficit pubblico che supera il 10% del Pil.