ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

GB: in sciopero il settore pubblico, contro l'austerity

Lettura in corso:

GB: in sciopero il settore pubblico, contro l'austerity

Dimensioni di testo Aa Aa

L’austerità è mal sopportata anche nel Regno Unito, e lo dimostra lo sciopero che bloccherà per tutta la giornata di oggi l’intero settore pubblico del Paese: scuole, treni, aerei, uffici. È il primo grande test per la coalizione di conservatori e liberali al governo.

Sulle misure d’austerità si è dibattuto alla Camera dei Comuni, il premier David Cameron ha sottolineato i costi dello sciopero, e li ha branditi contro il leader dell’opposizione, Ed Milliband:

“Quello che tutto il Paese ha notato è che in un momento nel quale la gente è preoccupata per gli scioperi lui non può chiedere nulla sugli scioperi, perché è tenuto al guinzaglio dai sindacati”

Il Governo ha annunciato tagli per 81 miliardi di sterline entro il 2015. Parte dei tagli alla sanità è stata revocata per le pressioni della lobby medica e del partito liberale. Una marcia indietro anche sulle pensioni sarebbe un pessimo segnale per i mercati, ma la riforma incontra comunque una forte opposizione nel Paese:

“Mi dispiace per le madri lavoratrici”

“Lavorare fino a 68 anni è troppo, ed è ingiusto soprattutto per le insegnanti”

Allo sciopero partecipa, per la prima volta dalla sua fondazione che risdale ad oltre 120 anni fa, anche il principale sindacato degli insegnanti. E il governo ha fondate ragioni per temere che sia solo l’inizio di una lunga stagione di agitazioni.