ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libia: la Francia ammette di aver fornito armi ai ribelli

Lettura in corso:

Libia: la Francia ammette di aver fornito armi ai ribelli

Dimensioni di testo Aa Aa

Sì, la Francia ha fornito armi ai ribelli: la conferma viene da un portavoce dello Stato Maggiore dell’Esercito francese, dopo le rivelazioni di un quotidiano.

Il portavoce parla di “lanci umanitari”, perché si stava degradando la situazione, e poi, “a un certo punto, sembrava che vi fosse una minaccia ai cittadini che non potevano difendersi”, e quindi oltre ai viveri sono state lanciate armi leggere e munizioni, per l’autodifesa.

Il quotidiano, Le Figaro, però parla di ben altro: molte armi, e pesanti. Lanciarazzi, fucili d’assalto, missili anticarro Milan, quanto bastava per rompere lo stallo sul fronte sud e favorire l’avanzata dei ribelli dalla regione di Jebel Nafusa.

La risoluzione 1973 delle Nazionin Unite, però, autorizzava solo una no-fly zone a difesa dei civili: non il riarmo dei ribelli per attaccare Gheddafi.

La decisione francese, in più, è stata presa senza consultare gli alleati né informare le Nazioni Unite: l’irritazione è forte anche a Londra, che sottolinea: “noi non forniamo e non forniremo armi all’opposizione libica, perché questo comporta una serie di problemi. “