ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Wen Jabao a Londra: molti contratti e poco sui diritti umani

Lettura in corso:

Wen Jabao a Londra: molti contratti e poco sui diritti umani

Dimensioni di testo Aa Aa

Accordi commerciali superiori a quanto inizialmente previsto, nuove misure per aumentare l’interscambio: il vertice sino-britannico si chiude con un nulla di fatto sui diritti umani ma con una stretta di mano tra partner commerciali e politici consolidati.

La Cina ha detto di non volere un surplus commerciale, e ha promesso nuove misure per aumentare l’interscambio.

“Il commercio con la Cina è una grande opportunità per il Regno Unito”, ha commentato il premier britannico David Cameron al termine dell’incontro con la controparte cinese, Wen Jiabao . “Anche noi – ha aggiunto – abbiamo molto da offrire alla Cina. Le nostre economie divengono sempre più complementari, il Regno Unito ha beni e servizi, esperienze e capacità che possono essere utili anche alla crescita cinese”

Wen Jiabao ha auspicato anche un ulteriore sviluppo del modello industriale inaugurato negli ex-stabilimenti della MG, dove si è insediata ora la Shanghai Automotive Industry Corporation. È durante la visita a quegli stabilimenti che Jiabao è stato contestato: i manifestanti chiedevano il rispetto dei diritti umani in Cina.

“Non si tratta di scegliere se discutere di commercio o diritti umani – ha commentato Cameron -: i nostri due Paesi hanno relazioni abbastanza robuste da permetterci discussioni su tutti questi temi”

I due Paesi hanno firmato accordi commerciali per un controvalore di quasi un miliardo e seicento milioni di euro, che vanno ad aggiungersi ai contratti siglati nel novembre scorso, in occasione della visita di Cameron a Pechino.